Francesco Rutelli a gamba tesa sull’ “abbraccio francescano” Di Pietro-Bersani

Lo chiama “abbraccio francescano”, Francesco Rutelli, leader del neonato Api. E si riferisce alla nuova alleanza fra Di Pietro e Bersani. Patto che non convince l’ex capo della Margherita, fra i principali fondatori del Partito democratico, appena abbandonato: “Ma quali novità: l’Idv slitta sempre più verso il giustizialismo. Se il partito di Di Pietro è

Lo chiama “abbraccio francescano”, Francesco Rutelli, leader del neonato Api. E si riferisce alla nuova alleanza fra Di Pietro e Bersani.

Patto che non convince l’ex capo della Margherita, fra i principali fondatori del Partito democratico, appena abbandonato: “Ma quali novità: l’Idv slitta sempre più verso il giustizialismo. Se il partito di Di Pietro è passato dal 2% del 2006 all’8% del 2009 è stato perché non ha pagato dazio per le sue contraddizioni: peronismo, mentre reclama più democrazia; linea giacobina, mentre si proclama liberale”.

Le parole dell’ex sindaco di Roma sono ammalianti per gli insoddisfatti del Pd. Nel partito di Bersani sono in molti (cattolici in primis) che non credono alla “svolta” dell’ex pm e non si ritrovano a costruire alternative di Governo con qualunquisti, giustizialisti e populisti.

E’ il solito tira e molla. Con un Pd a ruota libera, o “assente”, o sbracato sul “muoia sansone con tutti i filistei”.