Il Natale dei Bambini e dei Giocattoli al Centro Commerciale I Granai di Roma

Pur essendo cresciuta nell’era dei giocattoli di plastica, mia nonna che da bambina non si poteva permettere quelli di pezza, legno o ferro, ha popolato la mia infanzia per niente immune dalle icone giapponesi, di giochi e giocattoli figli della fantasia e del recupero.Questo ha permesso al mio Capitan Harlock di attraversare spazi davvero sconfinati

di cuttv


Pur essendo cresciuta nell’era dei giocattoli di plastica, mia nonna che da bambina non si poteva permettere quelli di pezza, legno o ferro, ha popolato la mia infanzia per niente immune dalle icone giapponesi, di giochi e giocattoli figli della fantasia e del recupero.

Questo ha permesso al mio Capitan Harlock di attraversare spazi davvero sconfinati e ha risvegliato una predilezione per tutto quello che non è preconfezionato, o che porta impressi i segni dell’uso e dell’esperienza.

Per questo segnalo con piacere l’iniziativa “Figli D’Altri Tempi” che l’Associazione Mitinitaly con il patrocinio dell’assessorato alle politiche culturali del Comune, inaugura domani negli spazi del Centro Commerciale I Granai.

Insieme alle tante iniziative di Natale dedicate ai bambini, dagli attori che interpretano le fiabe alle degustazioni gratuite di panettoni e zucchero filato, dagli spettacoli di magia e giocoleria alle foto con Babbo Natale, fino al 20 dicembre il centro commerciale ospita anche questo evento, altrettanto gratuito, dedicato ai giochi e ai giocattoli d’epoca.

Il programma di “Figli D’Altri Tempi” (nella locandina da ingrandire) omaggia il gioco e i giocattoli frutto della creatività, con una mostra fotografica, una esposizione di rari giocattoli d’epoca, di libri ed editoria per l’infanzia e stampe dell’Accademia Giochi Tradizionali.

Ma anche attività di animazione a cura dell’Associazione Giochi di Strada, una ‘merenda della nonna’ gratuita tutti i giorni, laboratori creativi e proiezioni cinematografiche, dai classici di Walt Disney, come “Pinocchio” e “Mary Poppins”, a capolavori dell’animazione come “Toy story” e “Polar Express”. Insomma, un paradiso per i più piccoli ebbri di Natale ma anche un viaggio tra l’esplorativo e il nostalgico per i più grandi.