Il legittimo impedimento passa alla Camera. Cosa prevede

Dunque il legittimo impedimento ha superato senza troppi problemi il primo round. L’approvazione della Camera è avvenuta in modo netto e senza particolari problemi numerici, anche se l’opposizione ha fatto il possibile per scatenare la bagarre in aula. Strepitando e sollevando cartelli (“Legittimo impedimento=Illegittima impunità” – “Casta di intoccabili” – “Costituzione violata. Giustizia calpestata”).Il voto

di luca17



Dunque il legittimo impedimento ha superato senza troppi problemi il primo round. L’approvazione della Camera è avvenuta in modo netto e senza particolari problemi numerici, anche se l’opposizione ha fatto il possibile per scatenare la bagarre in aula. Strepitando e sollevando cartelli (“Legittimo impedimento=Illegittima impunità” – “Casta di intoccabili” – “Costituzione violata. Giustizia calpestata”).

Il voto ha comunque visto 316 sì, 239 no e 40 astensioni. Queste ultime provenivano per massima parte dalle file dell’Udc, che pur dichiarandosi non pregiudizialmente contraria, ha manifestato la sua contrarietà alal facoltà concessa anche ai ministri di astenersi dalle udienze.

Ma vediamo cosa prescrive la proposta di legge nello specifico, chiarendo fin dal principio che essa si applica dunque sia al Presidente del consiglio che a tutti i ministri convocati come imputati o parti offese nei procedimenti penali.

In tutti i casi suddetti i soggetti in questione potranno giustificare la loro impossibilità di presenza a causa dello svolgimento delle funzioni previste dalle leggi e dai regolamenti, nonché di ogni attività connessa alle funzioni di governo. In questo caso il giudice dovrà disporre un rinvio, che comunque non potrà in alcun modo superare i 6 mesi anche se l’impegno suddetto fosse continuativo.

È molto importante sottolineare che i 6 mesi in questione non incidono sui tempi di prescrizione che vengono così congelati. Si tratta di una semplice sospensione del procedimento che riprenderà poi non appena possibile.

La legge se approvata avrà comunque carattere di provvisorietà. Decadrà infatti una volta trascorsi 18 mesi dalla sua approvazione, se nel frattempo non sarà stata sostituita da una legge costituzionale.