Michela Vittoria Brambilla “salva” il turismo con… il gioco d’azzardo

E chi l’ha detto che il Governo non fa niente? L’ultima “perla” dell’esecutivo berlusconiano porta la firma di Michela Vittoria Brambilla. La “rossa”, dimenticati i “circoli” e salutata la base dei Berlusconi boys, (a proposito che fine ha fatto la grande televisione indebitata fino al collo? …) si è gettata … ventre a terra per

E chi l’ha detto che il Governo non fa niente? L’ultima “perla” dell’esecutivo berlusconiano porta la firma di Michela Vittoria Brambilla.

La “rossa”, dimenticati i “circoli” e salutata la base dei Berlusconi boys, (a proposito che fine ha fatto la grande televisione indebitata fino al collo? …) si è gettata … ventre a terra per … risollevare il turismo malandato del Belpaese.

Chi pensa a un piano strategico di ridefinizione della nostra proposta turistica rimarrà deluso.

L’ avvenente Ministra, come fosse un novello Batista cubano, punta le sue carte su iniziative a presa rapida: la roulette. Sì, in Italia il gioco d’azzardo non sarà più un reato, quanto meno nei 40 nuovi casinò che saranno insediati in ogni regione, all’interno di alberghi a cinque stelle.

Ma la Michelona pensa a tutti e va oltre, permettendo la riapertura di case da gioco già operanti nel territorio nazionale.

Quando si dice una nazione in bilico fra “sultanato” e Repubblica delle banane

I Video di Blogo