Camorra: 8 arresti clan Moccia per usura ed estorsioni

Usura ed estorsioni le accuse: 8 presunti esponenti del clan Moccia in manette

di remar

Otto arresti per usura, estorsioni e armi contro il clan Moccia di Afragola (Napoli). Stamattina i carabinieri di Casoria hanno notificato le misure cautelari agli indagati, presunti esponenti del gruppo camorristico che sarebbe coinvolto anche nell’omicidio di Mariano Bacioterracino, ucciso a Napoli fuori da un un bar del rione Sanità a maggio del 2009. A fine aprile, ne parlavamo qui, è stato arrestato Antonio Moccia presunto mandante dell’esecuzione registrata da una telecamera di sorveglianza. Il delitto sarebbe stato commissionato per vendicare la morte del boss storico del clan Gennaro Moccia, ucciso nel 1976 in un agguato al quale avrebbe partacipato anche Mariano Bacioterracino.

Tornando al blitz odierno, i carabinieri, coordinati dalla DDA di Napoli, hanno scoperto che un commerciante in difficoltà nel pagamento del “pizzo” aveva dovuto ricorrere a un prestito a usura di 50mila euro per poi trovarsi nel giro di tre anni a dover restituire 300mila euro.

Il clan Moccia – attivo pure a Casoria, Arzano, Caivano, nell’area a nord di Napoli – è noto anche per la prima donna condannata in Italia per reati di associazione mafiosa, Anna Mazza, moglie di Gennaro Moccia. A luglio dell’anno scorso il clan subì un duro colpo con 60 arresti e 70 milioni di euro sequestrati.

Via | Pupia

I Video di Blogo

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →