Elezioni Regionali 2010: scontro tra il Pd e l’Idv sulla candidatura di Vincenzo De Luca

Per capire quanto il presente sia brutto per il Partito Democratico è sufficiente sapere che anche un certo tipo di giornalisti, rappresentati da Barbara Palombelli, sta cominciando a chiedersi se il giorno dopo le elezioni di marzo sarà anche l’ultimo del Pd.Se anche la stampa, mi si passi il termine, sinistroide non prova a sopperire



Per capire quanto il presente sia brutto per il Partito Democratico è sufficiente sapere che anche un certo tipo di giornalisti, rappresentati da Barbara Palombelli, sta cominciando a chiedersi se il giorno dopo le elezioni di marzo sarà anche l’ultimo del Pd.

Se anche la stampa, mi si passi il termine, sinistroide non prova a sopperire le falle di Pierlugi Bersani e compagni allora siamo veramente alla fine. Il solo antiberlusconismo, per quanto consigliabile, non può essere l’unico medicinale da prendere.

Se ne sono resi conto pure gli esponenti dell’Italia dei Valori che per una volta provano a dimostrare di non essere solo il partito all’opposizione. Per eccellenza. Per farlo ha deciso di non sostenere la candidatura, del Pd, di Vincenzo De Luca.

Il progetto politico di Antonio Di Pietro prende le distanze dalla proposta di Antonio Bassolino per via delle indagini avviate proprio sul primo cittadino di Salerno che punta alla poltrona di Governatore.

Qualcosa è successo. E Pierluigi Bersani se non vuol perdere ulteriormente la faccia dovrebbe spiegarlo agli elettori.

Come si può, nel giro di poche settimane, ipotizzare la candidatura di Roberto Saviano (uomo simbolo di un certo modo di vivere la cosa pubblica) e poi investire su esponente politico che rappresenta, con le indagini a suo carico, esattamente l’opposto?

Ultime notizie su Elezioni regionali

Tutto su Elezioni regionali →