Omicidio Sarah Scazzi: Cosima Serrano difende la figlia Sabrina in tv

Cosima Serrano a Domenica 5 difende la figlia Sabrina

di remar


Cosima Serrano – madre di Sabrina e moglie di Michele Misseri, entrambi in carcere nell’ambito dell’inchiesta sull’omicidio di Sarah Scazzi – ieri in un’intervista concessa all’inviata di Domenica Cinque ha difeso la figlia.

“Non soffro la solitudine – ha detto Cosima – soffro per il motivo per il quale sono sola. Sabrina non ha fatto niente e non e’ giusto che stia dove sta, mentre Michele, se ha fatto quello che ha fatto, e’ giusto che stia dove sta”.

E ancora: “è come se si fosse girata la palla: finalmente hanno visto che era tutto contro Sabrina e che le cose a favore di Sabrina erano state messe da parte. Sicuramente usciranno anche le cose a favore di Sabrina”.

Come ricorda La Gazzetta del Mezzogiorno Cosima si riferisce alla decisone della Cassazione, della scorsa settimana, che ha messo in dubbio alcuni punti sollevati dall’accusa contro Sabrina:

La Cassazione nei giorni scorsi ha annullato con un rinvio una delle ordinanze di carcerazione di Sabrina Misseri ed ha ordinato al tribunale del Riesame di Taranto di rivalutare tutto il materiale indiziario e di rispondere a tutte le obiezioni della difesa di Sabrina. 

“Io – ha aggiunto Cosima Serrano – quel giorno quando sono arrivata a casa, se non fossi stata a casa avrei avuto anche io dei dubbi, non so, ma siccome io l’ho vista a letto (Sabrina, ndr), io ho sentito il messaggio (sms, ndr), io l’ho sentita quando è uscita sbattere la porta. Possono dire quello che vogliono. I fatti sono questi”. 

Cosima parlato anche dell’orario del delitto, che per la Cassazione non può essere anticipato alle 14 come sostiene l’accusa e degli sms ricevuti dal Sabrina tra le 14:20 e le 14:28. Per la donna non sono un tentativo di depistaggio:

“Se non si sapeva se doveva andare o no al mare; se non arrivava il messaggio di Mariangela, quando ha ricevuto il messaggio da Mariangela ha cominciato a mandare il messaggio a Sarah, non prima. Penso che sui tabulati ci sarà”. 

Sarah “in casa non è mai arrivata proprio perchè non ha suonato il campanello, di ciò ne sono sicura perchè è vicino al letto, se l’avesse suonato l’avrei sentito”. 

Via | La Gazzetta del Mezzogiorno

I Video di Blogo

Ultime notizie su Sarah Scazzi

Tutto su Sarah Scazzi →