Bologna: Lucio Dalla propone Romani Prodi come sostituto di Flavio Delbono

Intervistato dal Corriere della Sera, Lucio Dalla ha proposto di candidare Romano Prodi alle prossime elezioni amministrative, organizzate in tempi record, per trovare il sostituto di Flavio Delbono. Sindaco di Bologna fino a qualche giorno fa. Ad oggi né il Partito Democratico locale (e nazionale) né l’ex Presidente del Consiglio hanno smentito la proposta del



Intervistato dal Corriere della Sera, Lucio Dalla ha proposto di candidare Romano Prodi alle prossime elezioni amministrative, organizzate in tempi record, per trovare il sostituto di Flavio Delbono. Sindaco di Bologna fino a qualche giorno fa.

Ad oggi né il Partito Democratico locale (e nazionale) né l’ex Presidente del Consiglio hanno smentito la proposta del cantautore. Questo, se uno ci pensa bene, è probabilmente peggio della stessa provocazione.

Inutile chiedere, appena possibile, il pensionamento di Silvio Berlusconi se per ogni occasione utile si rispolverano esponenti politici che hanno fatto il loro tempo tanto da non essere più credibili per gli stessi cittadini che partecipano alla vita politica del paese.

Se Massimo D’Alema potesse ancora aspirare alla presidenza del Consiglio Nichi Vendola non avrebbe stravinto alle primarie e Matteo Renzi non sarebbe sindaco di Firenze.

Probabilmente lo stesso Pierluigi Bersani, alle primarie organizzate per la segreteria del Pd, non avrebbe vinto se a sfidarlo fosse stato uno giovane. Uno come lo stesso Renzi.

Una persona che avrebbe potuto emancipare un progetto politico dalla storia dei partiti che hanno deciso di farne parte.

In attesa che quel leader si manifesti è arrivato il momento di tirare le somme. Ha senso che l’amministrazione di Bologna sia affidata al Partito Democratico che ha preteso da Flavio Delbono delle dimissioni malgrado, ad oggi, la giustizia su di lui non si sia pronunciata?

I Video di Blogo