Elezioni Regionali: quasi completo il quadro di candidature e alleanze

Il quadro di candidati, alleanze e coalizioni per le elezioni regionali si sta quasi per chiudere. Nella serata di ieri sera il Pdl ha ufficializzato 4 candidature: Palese in Puglia, Pagliuca in Basilicata, Modena in Umbria e Faenzi in Toscana. Ecco comunque un riepilogoPIEMONTE: Il centrosinistra conferma la Bresso sostenuta da Pd, Idv, Udc, Sel,


Il quadro di candidati, alleanze e coalizioni per le elezioni regionali si sta quasi per chiudere. Nella serata di ieri sera il Pdl ha ufficializzato 4 candidature: Palese in Puglia, Pagliuca in Basilicata, Modena in Umbria e Faenzi in Toscana. Ecco comunque un riepilogo

PIEMONTE: Il centrosinistra conferma la Bresso sostenuta da Pd, Idv, Udc, Sel, Radicali. Si scontrerà con Cota appoggiato da Pdl, Lega e La Destra. Mancano all’appello i comunisti; la Bresso vorrebbe un accordo tecnico mentre Chiamparino e Saitta spingono per negarlo. Si presenta anche la lista Grillo e l’immancabile Rabellino. Si preannuncia una sfida combattutissima

LOMBARDIA: Aumentano i candidati contro Formigoni: si presenteranno Penati (appoggiato da Pd, Idv e Sel), Agnoletto (appoggiato dai Comunisti), Cappato (Radicali) e probabilmente Pezzotta (Udc). Il governatore in carica non dovrebbe avere difficoltà.

VENETO: Il Pd punta sul segretario della Cgia Bortolussi che ottiene il sostegno anche dell’Idv, Sel e forse Radicali. L’Udc schiera De Poli (appoggiato anche da Api). Dovrebbe correre anche un candidato comunista. Zaia, nonostante le polemiche con Galan, dovrebbe vincere facilmente

LIGURIA: Burlando (cs) ottiene l’appoggio dell’Udc e guiderà una coalizione dai comunisti fino appunto ai centristi. Restano fuori per ora i Radicali. Si candida anche Sanguineti per il Pcl di Ferrando. Burlando favorito ma gara aperta

EMILIA ROMAGNA: Errani, dopo lo scandalo Delbono, è meno sicuro ma sempre favorito su Mazzuca, candidato del centrodestra. Per l’Udc corre Galletti

TOSCANA: Ieri sera ufficializzata la Faenzi, sindaco di Castiglione della Pescaia. Per l’Udc corre Bosi; il centrosinistra, favoritissimo, schiera l’ex assessore alla Sanità Rossi.

MARCHE: Unica regione in cui il Pdl non ha ancora ufficializzato un nome. Il Pd trova l’accordo con l’Udc sul governatore uscente Spacca ma litiga con i comunisti con i quali non vuole accordarsi. Rimane comunque favorito Spacca

UMBRIA: Il Pdl ufficializza Fiammetta Modena. Il Pd pensa alle primarie (con Agostini della minoranza candidato, si cerca uno sfidante) e archivia la popolare governatrice Lorenzetti. La regione è rossissima ma la gestione del Pd della situazione in queste settimane è semplicemente pessima. L’Udc dovrebbe andare da solo (con Ronconi?)

LAZIO: Sarà sfida Bonino-Polverini. Alla Bonino manca l’apparentamento con i comunisti (non facilissimo) e con l’Api di Rutelli che però potrebbe alla fine candidare la Lanzillotta. Probabilmente una delle sfide più interessanti delle regionali

PUGLIA: Nella serata di ieri il Pdl ha confermato Palese mettendo fine (forse) alla questione sull’ipotetica alleanza con l’Udc che non togliendo l’appoggio alla Poli Bortone ha di fatto negato la possibilità di un accordo. Dovrebbe correre anche Turco per i Radicali. In queste condizioni Vendola ha un leggero vantaggio su Palese.

CAMPANIA: Udc vicinissima all’accordo con Caldoro (Pdl). Nel Pd ci saranno le primarie (il 7 febbraio): tra i contendenti il sindaco di Salerno De Luca e il bassoliniano Marone (oltre probabilmente a candidati della sinistra radicale). Possibile un passo indietro di Villari con l’Mpa poichè dopo l’epurazione di alcuni parlamentari il movimento praticamente non esiste più in regione. Sulla carta il centrodestra (soprattutto con l’accordo con l’Udc) dovrebbe vincere facilmente

BASILICATA: Sfuma l’ipotesi Allam per il centrodestra, si candiderà Pagliuca per il Pdl, già in corsa nel 2000 per la stessa carica. Ufficiale l’accordo Pd-Udc che vede quindi De Filippo favorito.

CALABRIA: C’è accordo tra Pdl e Udc per Scopelliti. L’Idv candida Callipo mentre il Pd è in grave difficoltà: c’è una fronda contro Loiero e si ipotizzano di nuovo le primarie che erano state bloccate quando si prefigurava un accordo con l’Udc che poi non c’è stato. Centrodestra favorito

Ultime notizie su Elezioni regionali

Tutto su Elezioni regionali →