Omicidio Carmela Rea: mancano all’appello i suoi occhiali da sole

Omicidio Carmela Rea: molti i punti oscuri. Si cercano gli occhiali da sole della vittima, da lei indossati il 18 aprile scorso

E’ passato quasi un mese dal ritrovamento del cadavere di Carmela Melania Rea e il caso è ben lontano da una soluzione. Poche le certezze, molti i punti ancora oscuri.

Salvatore Parolisi, marito di Carmela, resta ancora persona informata dei fatti e non indagato. Lui, secondo i familiari della donna, continua però a nascondere qualcosa:

Stiamo attendendo gli eventi. E anche se Salvatore non è colpevole dell’omicidio, per noi è così, deve spiegare tante cose. Se sa deve parlare e spiegare tutto agli inquirenti. Deve dire la verità, se sa qualcosa deve parlare. Dopo la denuncia di scomparsa di Melania Salvatore si è cambiato. Indossava ciabatte e calzoncini. Perché? Mi deve spiegare cosa ha fatto quel giorno. Me lo deve dire bene. Perché adesso un dubbio io ce l’ho


Ai già numerosi misteri in queste ultime ore si è aggiunto quello degli occhiali di Carmela, da lei indossati il giorno della sua scomparsa – si vedono nel video ripreso dalle telecamere di un supermercato – ma non sono mai stati ritrovati. Ne parla Il Mattino:

Perchè far sparire quel solo reperto, lasciando vicino al cadavere sia il cellulare che l’anello col brillante forse scagliato da Melania al suo assassino? Un’ipotesi, è che gli occhiali possano essere stati raccolti dall’anonimo telefonista che il 20 aprile, due giorni dopo l’omicidio, ha permesso di trovare il corpo trafitto da 30 coltellate. Una figura importante per le indagini, su cui si concentrano gli sforzi per darle un volto e un nome.

Ancora da chiarire il mistero principale: Carmela è davvero andata a Colle San Marco, come conferma il marito, nel primo pomeriggio di quel 18 aprile? Gli inquirenti ci stanno ancora lavorando.

Le indagini proseguono.

Via | Giornale Di Puglia

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →