Escursionisti messi in fuga da finti guerriglieri armati di mitra giocattolo

Non c’è limite alla fantasia dei giocatori di ruolo romani. Perfino quelli più prosaicamente armati di riproduzioni di mitragliatori e pallini di gomma, piuttosto che di formule magiche e daghe medievali, a volte riescono davvero a stupire i passanti che si imbattano in una delle loro avventure, magari in qualche bel bosco dei dintorni della


Non c’è limite alla fantasia dei giocatori di ruolo romani. Perfino quelli più prosaicamente armati di riproduzioni di mitragliatori e pallini di gomma, piuttosto che di formule magiche e daghe medievali, a volte riescono davvero a stupire i passanti che si imbattano in una delle loro avventure, magari in qualche bel bosco dei dintorni della Capitale.

Solo, probabilmente in questa occasione i tipi dei mitra giocattolo paiono avere un poco esagerato. E’ successo presso i Monti Lucretili, vicino Percile. Agli escursionisti che non volevano altro che fare una passeggiata nella zona, un gruppo di aspiranti guerriglieri in mimetica e armati fino ai denti di armi tutt’altro che rassicuranti, anche se non letali, hanno intimato di andare a passeggiare altrove, perché lì sarebbe stato pericoloso.

Il presidente del circolo di Tivoli di Legambiente era fra gli escursionsiti e l’avvenimento è stato già denunciato ai guardiaparco e al Presidente del Parco dei Monti Lucretili, perché una cosa del genere non possa ripetersi più.