Sessa Aurunca: arrestati 3 giudici di pace. Corruzione per sinistri stradali l’accusa

Tre giudici di pace arrestati con l’accusa di corruzione in procedimenti per sinistri stradali


Tre giudici di pace sono stati arrestati stamattina dai carabinieri a Sessa Aurunca, Caserta, con l’accusa di corruzione per atti contrari ai loro doveri d’ufficio e corruzione in atti giudiziari.

Si tratta di Umberto Della Rocca, 51 anni, Luigi Gerardo Bagni, 60, attuale coordinatore della sezione del Giudice di pace di Sessa Aurunca, e Carlo Papa, 75 anni. A tutti sono stati concessi gli arresti domiciliari.

Le indagini erano state avviate dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, poi per competenza sono passate alla procura di Roma.

Secondo l’accusa i tre giudici nell’espletamento delle loro funzioni avrebbero condizionato alcuni processi civili relativi a sinistri stradali compiendo “atti contrari ai doveri del proprio ufficio tra cui la nomina di consulenti tecnici d’ufficio (C.T.U.) su indicazione di terzi per favorire avvocati conniventi dietro corresponsione di denaro ed altre utilità”.

Perquisizioni e documenti sequestrati non solo nelle cancellerie dei giudici di pace, ma anche in centri medici e studi legali. All’attenzione degli investigatori infatti anche dottori e avvocati “tutti interessati a lucrare attraverso un complesso sistema di falsi sinistri, ingenti somme di denaro delle compagnia assicurative”.

Un sistema ben organizzato per l’accusa che ai tre giudici contesta in particolare di aver compiuto “dal 2006 ad oggi atti nell’interesse dei coindagati in particolare nominando ‘ctu’ compiacenti allo scopo di favorire le cause patrocinate da avvocati conniventi, dietro corresponsione di circa 1.000 euro per ogni atto contrario a doveri d’ufficio che compivano, per un totale di 5.000 euro al mese”.

Via | PupiaRepubblica Napoli

I Video di Blogo

Video, proteste a Milano: il piccolo (ma rumoroso) corteo in Corso Buenos Aires