Bisceglie, omicidio imprenditore Nunzio De Girolamo. Le indagini

Nunzio De Girolamo è stato ucciso a colpi di pistola e gettato in un pozzo a Bisceglie

di remar


È stato ucciso a colpi di arma da fuoco, poi il suo corpo è stato gettato in un pozzo. Proseguono le indagini sull’omicidio di Nunzio De Girolamo, imprenditore edile tranese di 62 anni la cui scomparsa era stata denunciata dai familiari tre giorni fa.

L’uomo non era tornato a casa per pranzo, non aveva avvisato di un eventuale ritardo e il suo telefonino squillava a vuoto. Le ricerche si sono concluse venerdì pomeriggio quando il cadavere dell’imprenditore è stato trovato in un pozzo all’interno di un uliveto in via Vecchia Corato a Bisceglie (provincia di Barletta-Andria-Trani).

Vicino al luogo del rinvenimento del corpo era parcheggiata una Mercedes Classe A, l’auto di De Girolamo, data alle fiamme. L’uomo sarebbe stato freddato con due colpi di pistola che l’hanno raggiunto al collo e al torace, ma sarà l’autopsia, disposta per domani, a fare chiarezza.


Gli investigatori dei carabinieri hanno ascoltato parenti e amici della vittima; alla ricerca di un movente stanno scavando nella vita professionale e privata dell’uomo che in questo periodo stava costruendo delle ville nella zona Sud di Trani.

Si cerca di capire come De Girolamo sia arrivato in quel terreno in zona san Pietro; se ci sia andato di sua volontà, se gli sia stata tesa una trappola o se sia stato invece costretto a recarvisi. Importante per ricostruire le ultime ore di vita dell’imprenditore anche l’acquisizione dei dati relativi al suo telefono cellulare. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trani, Michele Ruggiero.

Via | Bisceglie Live
Foto | Flickr

I Video di Blogo