Haiti. Hillary Clinton replica a Guido Bertolaso

Probabilmente Guido Bertolaso ha ragione quando critica la macchina dei soccorsi che a livello internazionale è stata attivata per aiutare i sopravvissuti di Haiti. Si può fare di più sempre. O quasi. Ci sono tempi e modi però per affrontare il problema, se di tale si può parlare. Criticare gli Stati Uniti, come ha fatto



Probabilmente Guido Bertolaso ha ragione quando critica la macchina dei soccorsi che a livello internazionale è stata attivata per aiutare i sopravvissuti di Haiti. Si può fare di più sempre. O quasi.

Ci sono tempi e modi però per affrontare il problema, se di tale si può parlare. Criticare gli Stati Uniti, come ha fatto il Capo della Protezione Civile durante una puntata di “in ½ h”, è stato sbagliato poiché sotto quelle macerie la carne era ancora calda tanto da non permettere a molti di ragionare a sangue freddo.

L’intervento del cittadino italiano è stato infatti criticato dal Segretario di Stato, Hillary Clinton, abituata a non cedere davanti alle provocazioni. Neanche a quelle peggiori tanto che delle ripetizioni che il marito impartiva alla stagista non né ha mai parlato. Con Bill è ancora sposata. Malgrado tutto.

Ognuno, per aiutare i cittadini di Haiti, fa quel che può. Se tutti dovessero seguire il ragionamento di Guido Bertolaso allora anche Madonna dovrebbe criticare la collega Laura Pausini per non essersi attivata subito per una raccolta fondi.

Non dimentichiamoci, poi, che mentre il Capo della Protezione Civile era in trasferta in Sicilia (a Favara) una casa è crollata perché costruita con materiali poco sicuri su un territorio pericoloso.

Per evitare di registrare l’ennesima tragedia, come quelle successe l’anno scorso a causa di un’alluvione record, a chi si deve rivolgere un cittadino italiano? Al Segretario di Stato statunitense? Forse.