Silvio Berlusconi specula su Haiti. Sul posto l’inviato Guido Bertolaso

Silvio Berlusconi non è certo un eccellente statista. L’assenza di doti attribuibili a questo tipo di professione, di cui fa semplicemente la satira, riesce a mascherarle grazie alla comunicazione. Veloce. Immediata. Invidiata da buona parte dei suoi avversari politici che spesso non sono neanche dei buoni amministratori. Silvio poco prima di ogni campagna elettorale, poco



Silvio Berlusconi non è certo un eccellente statista. L’assenza di doti attribuibili a questo tipo di professione, di cui fa semplicemente la satira, riesce a mascherarle grazie alla comunicazione. Veloce. Immediata. Invidiata da buona parte dei suoi avversari politici che spesso non sono neanche dei buoni amministratori.

Silvio poco prima di ogni campagna elettorale, poco importa se sia finalizzata ad un Comune o all’Europa, propone al suo pubblico un progetto in grado di conquistare anche il compratore più diffidente.

Nel 2002, giusto per fare un esempio, inventò il poliziotto di quartiere che (come documentato ieri da La Stampa) scomparve poco dopo. Oggi. Nel 2010 alza l’asticella e ai suoi telespettatori propone un moderno reality show. Per Haiti partirà infatti Guido Bertolaso.

Il Capo della Protezione Civile sarà sul posto per accertarsi che i contributi inviati dall’Italia siano effettivamente destinati alla popolazione locale parodia vivente del programma televisivo di Simona Ventura.

E speculazione fu. Definitivamente. Prima di Silvio solo Franco Frattini è riuscito a far peggio annunciando l’annullamento del debito non sapendo forse, come sosteneva ieri Il Fatto, che questo provvedimento era già stato preso.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →