Dramma della gelosia: Giuseppe Cesarano uccide la ex moglie Elsa Beatrice Rattazzi e il compagno Giuseppe Cardella

Elisa Beatrice Rattazzi 32 anni, lavorava in una cooperativa di pulizie, giace riversa al suolo in via Fossata in un piccolo paese alle porte di Torino, uccisa. Poco più in la, Giuseppe Cardella, il presunto amante, anche lui riverso a terra, riesce a malapena a muovere la testa, colpito ad un testicolo e a un

di gaetano

Elisa Beatrice Rattazzi 32 anni, lavorava in una cooperativa di pulizie, giace riversa al suolo in via Fossata in un piccolo paese alle porte di Torino, uccisa. Poco più in la, Giuseppe Cardella, il presunto amante, anche lui riverso a terra, riesce a malapena a muovere la testa, colpito ad un testicolo e a un braccio. Ad esplodere i colpi è stato Giuseppe Casarano guardia giurata di 34 anni.

Separati da alcuni mesi lui la tormentava perché voleva tornare a vivere con lei e i due figli. Minacce, liti, impeti di gelosia, per mesi Casarano ha tormentato la moglie al punto che lei, esausta, era andata a denunciare tutto ai carabinieri. I militari erano intervenuti ritirando la 9X21 Tanfoglio alla guardia giurata ma la Prefettura, non avendo ravvisato elementi di pericolosità, gliel’aveva restituita.

Casarano manda giù il boccone amaro della denuncia e riprende a lavorare sodo, ma trama e medita vendetta. Così pochi giorni fa Casarano chiede alla moglie un incontro. Si presentano Lei, i figli, il presunto amante e il cugino di quest’ultimo. La situazione degenera ed il cugino si allontana in auto con i figli. A quel punto Casarano fa fuoco, sette volte contro la moglie, quattro contro l’amante. E si consegna insieme all’arma ancora fumante alle forze dell’ordine.

Via: Cronaca Qui