Modena: uccide l’amante a colpi di pistola e si toglie la vita nello stesso modo

Un delitto passionale, sostengono gli inquirenti, quello che si è consumato questa mattina in via Fulvio Testi a Modena, intorno alle 10: Stefano Moruzzi, 61enne residente a Crevalcore, in provincia di Bologna, ha ucciso a colpi di pistola l’ex amante, la brasiliana Maria de Assis Johnson, 50 anni.Subito dopo, Moruzzi ha avvertito alcuni suoi amici


Un delitto passionale, sostengono gli inquirenti, quello che si è consumato questa mattina in via Fulvio Testi a Modena, intorno alle 10: Stefano Moruzzi, 61enne residente a Crevalcore, in provincia di Bologna, ha ucciso a colpi di pistola l’ex amante, la brasiliana Maria de Assis Johnson, 50 anni.

Subito dopo, Moruzzi ha avvertito alcuni suoi amici con un sms, “Ho ucciso Maria, ora mi ammazzo“, e si è rimesso in viaggio verso la sua abitazione, a Crevalcore.

Nel frattempo uno dei destinatari dell’sms, un brasiliano residente a Roma, ha allertato le autorità che, a loro a volta, si sono messe in contatto con gli agenti di Modena.

Il cadavere della donna è stato rinvenuto intorno alle 16. Da quel momento è iniziata una corsa contro il tempo per rintracciare Moruzzi ed impedire un’altra tragedia.

Niente da fare, come rivela l’edizione modenese del Resto Del Carlino:

Lo hanno localizzato nella casa della frazione di Beni Comunali di Crevalcore, dove abitava con la moglie. Hanno intrattenuto con lui una conversazione al telefono perche’ desistesse dai suoi propositi e si consegnasse a loro. ”Lei mi ha tradito”, e’ la frase che pero’ Moruzzi avrebbe ripetuto senza arretrare dal suo intento. Capendo di essere stato ormai raggiunto, l’uomo ha sparato prima in aria e poi ha fatto fuoco verso se stesso. Risulta che detenesse regolarmente la pistola semiautomatica poi trovata vicino al suo corpo senza vita.

Resta ancora da chiarire il movente del delitto. A questo proposito, ecco cosa si legge su ViaEmiliaNet:

“Abitava in affitto da diversi anni”, ricordano i vicini di casa”. “Non aveva un lavoro, qualche volta la vedevamo salire in auto con degli uomini” ma nessuno aveva mai avuto nulla da ridire, anche perchè non si erano mai notati insistenti via vai, e nessuno in realtà sapeva molto della sua vita privata. Probabilmente il commercialista dava del denaro alla donna, ma forse non era il solo.