Omicidio Yara Gambirasio: l’anatomopatologa Cristina Cattaneo torna a Chignolo per un nuovo sopralluogo

L’anatomopatologa Cristina Cattaneo, che ha effettuato l’autopsia sul corpo di Yara Gambirasio e sta completando la relazione da consegnare entro il 27 maggio, è tornata nel campo di Chignolo d’Isola, dove è stata ritrovata Yara il 26 febbraio scorso, per un nuovo sopralluogo.Nei giorni scorsi vi avevamo rivelato che la Cattaneo, nell’effettuare le analisi del


L’anatomopatologa Cristina Cattaneo, che ha effettuato l’autopsia sul corpo di Yara Gambirasio e sta completando la relazione da consegnare entro il 27 maggio, è tornata nel campo di Chignolo d’Isola, dove è stata ritrovata Yara il 26 febbraio scorso, per un nuovo sopralluogo.

Nei giorni scorsi vi avevamo rivelato che la Cattaneo, nell’effettuare le analisi del terriccio ritrovato sul corpo di Yara, si è accorta che non era compatibile con quello del campo di Chignolo.

Per questo motivo la Cattaneo ha deciso di fare un nuovo sopralluogo per raccogliere altri campioni di terriccio e di essenze arboree.

Ne parla L’Eco Di Bergamo:

Difficile capire se questo ulteriore accertamento sia da leggere come un segnale positivo o negativo nell’indagine, ovvero se i nuovi campioni sono stati prelevati perché i precedenti non avevano fornito elementi utili, oppure per avere, come è auspicabile, soltanto delle conferme. La professoressa Cattaneo non intende infatti lasciare nulla al caso: infatti, come già confermato dal pubblico ministero titolare dell’indagine, Letizia Ruggeri, il medico legale utilizzerà tutti i 90 giorni chiesti alla Procura per eseguire gli accertamenti e scoprire qualcosa di utile per risalire agli assassini di Yara.

I novanta giorni concessi alla Cattaneo scadranno il prossimo 27 maggio. Ne sapremo di più nel corso delle prossime settimane.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →