Elezioni regionali 2010: le primarie del Pd in Puglia si faranno, anzi no, forse sì

Sul palcoscenico politico nazionale continua a tenere banco lo spettacolo penoso che il Partito democratico ha messo in scena per la campagna elettorale della competizione di marzo. Non trovando abbastanza ardua la sfida, Bersani si è lanciato nel corteggiamento sfrenato dell’affascinante Casini e della sua dote elettorale. Così, tra balletti, ammiccamenti e regali di fidanzamento,


Sul palcoscenico politico nazionale continua a tenere banco lo spettacolo penoso che il Partito democratico ha messo in scena per la campagna elettorale della competizione di marzo. Non trovando abbastanza ardua la sfida, Bersani si è lanciato nel corteggiamento sfrenato dell’affascinante Casini e della sua dote elettorale. Così, tra balletti, ammiccamenti e regali di fidanzamento, il Partito democratico si arrovella nella ricerca dei candidati da sacrificare sull’altare di una prevedibile batosta.

La Puglia, per la quale la parola laboratorio è stata usata fino alla nausea, rappresenta forse il luogo dove questa strategia suicida darà i suoi frutti migliori: dopo aver scaricato Vendola perché non piaceva all’Udc, dopo aver rinunciato a Emiliano perché non se la sentiva di sfidare Vendola, dopo aver rinunciato alle primarie perché altrimenti Casini passava col Pdl, Bersani si trova ben con più di un cerino acceso in mano. Avendo scelto l’ex sfidante di Vendola, Francesco Boccia, come candidato del partito, Bersani ha costruito un ponte verso l’Udc perdendo però il consenso di parte del Pd e rimanendo senza armi per giustificare le mancate primarie Vendola – Boccia, pure previste dai documenti fondativi del nuovo partito e non rinviabili a causa dello scarso sostegno che Boccia ha ricevuto nel Pd.

L’assurdo paradosso è che se davvero il 24 o il 31 gennaio si terranno le primarie del Pd in Puglia (tra l’altra sarebbe una riedizione dello scontro Vendola – Boccia già vinto dall’attuale governatore), i democratici si troverebbero ad aver perso in un sol colpo l’alleanza con l’Udc (che pure è alla base di tutto questo casino) e quel poco di unitarietà che aveva nel partito, regalando a Nichi Vendola un inatteso successo politico e personale.

Ultime notizie su Elezioni regionali

Tutto su Elezioni regionali →