Omicidio Yara Gambirasio: oltre 900 dna controllati, ancora nessun riscontro

Sono circa 900 i profili genetici acquisiti negli ultimi due mesi dagli inquirenti che si stanno occupando dell’omicidio di Yara Gambirasio, trovata morta il 26 febbraio scorso in un campo di Chignolo d’Isola.Questi profili sono stati confrontati con le due tracce di Dna, una maschile e una femminile, rinvenute sulle dita di uno dei guanti


Sono circa 900 i profili genetici acquisiti negli ultimi due mesi dagli inquirenti che si stanno occupando dell’omicidio di Yara Gambirasio, trovata morta il 26 febbraio scorso in un campo di Chignolo d’Isola.

Questi profili sono stati confrontati con le due tracce di Dna, una maschile e una femminile, rinvenute sulle dita di uno dei guanti di Yara.

Al momento, però, ancora nessun riscontro. Tra quelle novecento persone – che includono familiari, amici e conoscenti della giovane, ma anche vicini di casa, frequentatori della palestra, compagni di scuola, insegnanti ed operai della zona – non c’è traccia dell’assassino o degli assassini.






Tra quei novecento profili, si legge su L’Eco Di Bergamo, ci sono anche quelli di alcune persone che, stando agli spostamenti del loro cellulare, il 26 novembre scorso, tra le 18.30 e le 19, si si sono allontanati da Brembate di Sopra verso Chignolo, nel percorso presumibilmente fatto dall’assassino.

Le analisi proseguono.

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →