Regionali Puglia 2010: D’Alema non ci capisce più niente e Vendola può ancora sperare nell’appoggio del Pd

Le regionali in Puglia continuano a prendersi quotidianamente le prime pagine dei giornali. I litigi, le decisioni che non arrivano, la confusione e le alleanze variabili ne fanno potenzialmente la sfida clou delle prossime elezioni regionali.Il tutto è talmente assurdo e poco capibile che persino Massimo D’Alema che in Puglia è stato co-protagonista della situazione


Le regionali in Puglia continuano a prendersi quotidianamente le prime pagine dei giornali. I litigi, le decisioni che non arrivano, la confusione e le alleanze variabili ne fanno potenzialmente la sfida clou delle prossime elezioni regionali.

Il tutto è talmente assurdo e poco capibile che persino Massimo D’Alema che in Puglia è stato co-protagonista della situazione attuale ammette

Non ci sto capendo nulla nemmeno io…

Un’ammissione veramente notevole (in negativo). Intanto la vicenda non sembra avere soluzione (almeno fino a sabato): Boccia, forte dell’appoggio dell’Udc, non vuole le primarie ma se nell’assemblea del partito non otterrà almeno il 60% dei sostegni sarà costretto a un passo indietro. E a quel punto tornerà incredibilmente in primo piano la candidatura unitaria di Nichi Vendola.

Infatti il leader di Sinistra, Ecologia e Libertà potrebbe alla fine dopo mesi di insulti e attacchi ottenere l’appoggio del Pd. E lo potrebbe avere grazie al sostegno del sindaco di Bari, Michele Emiliano, che fino a poche settimane fa lo accusava pesantemente. I suoi uomini saranno decisivi, in un senso o nell’altro, all’assemblea che dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) sancire la scelta definitiva. L’eventuale retromarcia dei democratici avrebbe caratteristiche quasi comiche ma d’altronde il rebus che per primi hanno creato sta già creando problemi nei sondaggi (soprattutto in regione ma anche a livello nazionale) da far preferire perdere credibilità piuttosto che continuare con questa sceneggiata.

Ovviamente in caso di clamoroso ritorno di Vendola come candidato unitario l’Udc (e forse l’Idv) toglierebbe immediatamente l’appoggio al centrosinistra passando direttamente (senza alcun problema) ad appoggiare il centrodestra o a presentare una candidatura autonoma.

Ultime notizie su Elezioni regionali

Tutto su Elezioni regionali →