Trekking – Pasqua in Aspromonte a dorso d’asino

Nel 1847 il viaggiatore-paesaggista inglese Edward Lear percorse a piedi la Calabria accompagnato da una guida e da un asino utilizzato per il trasporto dei suoi bagagli. L’idea di emulare il percorso del viaggiatore inglese a oltre centosessanta anni di distanza è sicuramente interessante e una valida alternativa per trascorrere la Pasqua in montagna senza

Nel 1847 il viaggiatore-paesaggista inglese Edward Lear percorse a piedi la Calabria accompagnato da una guida e da un asino utilizzato per il trasporto dei suoi bagagli.

L’idea di emulare il percorso del viaggiatore inglese a oltre centosessanta anni di distanza è sicuramente interessante e una valida alternativa per trascorrere la Pasqua in montagna senza avere gli sci ai piedi. Il pacchetto è proposto da Boscaglia, ma il percorso è percorribile anche in proprio.

Un modo decisamente nuovo per conoscere uno fra i parchi meno noti, e più belli, d’Italia: l’Aspromonte. Qui trovate altre informazioni utili.