Rosarno. Secondo Roberto Saviano gli africani sono più coraggiosi dei calabresi

Quanto successo a Rosarno occuperà le prime pagine dei giornali ancora per pochi giorni. Entro il prossimo venerdì, con molto probabilità, il dibattito si sposterà dalle grandi piazze al piccolo schermo senza che nessuno pubblicamente si schernisca. E gli scontri rappresenteranno l’ennesima occasione persa. In pochi il prossimo lunedì si ricorderanno di quanto successo scrivendo,



Quanto successo a Rosarno occuperà le prime pagine dei giornali ancora per pochi giorni. Entro il prossimo venerdì, con molto probabilità, il dibattito si sposterà dalle grandi piazze al piccolo schermo senza che nessuno pubblicamente si schernisca. E gli scontri rappresenteranno l’ennesima occasione persa.

In pochi il prossimo lunedì si ricorderanno di quanto successo scrivendo, ad esempio, il proprio status di facebook. Tutti indignati. A parole. Eppure a questa bassezza non ci siamo arrivati da un giorno con l’altro. Anzi. Sono anni che ufficiosamente tutti sanno di questo sfruttamento la cui fine, non solo però gli immigrati, rappresenterà un inizio per molti.

Possibile, come sostenuto da Roberto Saviano, che la coscienza comune su tutto ciò che riguarda le mafie dovesse essere risvegliata da un gruppo di africani? Da un gruppo di persone che con coraggio, quello che è mancato ai spavaldi cittadini calabresi, ha deciso di dire No alla Mafia?

Cambia lo scenario. Cambia il periodo storico. Ma gli italiani hanno lo stesso bisogno, atavico, di aiuto. Quello che hanno fatto gli americani alla fine della seconda guerra mondiale lo stanno facendo oggi gli africani.

Ben vengano le iniziative contro la schiavitù come proposto, e spiegato dai colleghi di ecoblog.it, dal Ministro dell’Agricoltura Luca Zaia ma il problema da risolvere è un altro.

Chi insegnerà agli italiani a salvarsi da loro stessi? Dai loro problemi.

Cambiare si può. E in taluni casi si deve fare. Assurdo però che per avviare delle riforme si debba aspettare sempre un occasionale Cristoforo Colombo.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia