Elezioni Regionali 2010: Bersani in difficoltà e intanto Idv e Sel minacciano lo strappo

Continuano le trattative per le elezioni regionali e continuano le difficoltà per il centrosinistra. Pierluigi Bersani si trova a gestire notevoli problemi soprattutto al centrosud e cerca in qualche modo di allargare la coalizione anche a costo di qualche mal di pancia interno (o di possibili alleati). D’altronde il segretario del Pd fa intendere che


Continuano le trattative per le elezioni regionali e continuano le difficoltà per il centrosinistra. Pierluigi Bersani si trova a gestire notevoli problemi soprattutto al centrosud e cerca in qualche modo di allargare la coalizione anche a costo di qualche mal di pancia interno (o di possibili alleati). D’altronde il segretario del Pd fa intendere che qualche compromesso è assolutamente necessario

Se facciamo da soli o abbiamo un solo interlocutore, il centrosinistra prende solo tre regioni. Non voglio che questo sia il risultato. Il Pd non e’ in balia degli eventi, noi abbiamo un filo logico: rendere piu’ competitivo il centrosinistra alle regionali. Vogliamo accorciare le distanze e stiamo ragionando, ma ricordo a tutti che la scadenza per la presentazione delle candidature e’ il 20 febbraio.

Ma se da una parte qualche concessione dall’Udc la ottiene, incomincia a infastidire i possibili alleati di Sel (l’ex Sinistra&Libertà, ora Sinistra Ecologia Libertà) e Idv. Entrambi sospendono le trattative con i democratici. I primi con queste motivazioni

Sospendiamo ogni trattativa sulle prossime elezioni regionali’ con il Pd in attesa di un confronto, direttamente con i rappresentanti nazionali delle forze politiche. Il Pd ”rischia di essere subalterno all’Udc ed all’idea che quel partito ha di coalizione di governo. Il Pd aderisce, in nome di una futuribile alleanza alternativa a Berlusconi, ai contenuti che il partito di Casini esprime. Il Pd rinuncia persino allo strumento sul quale si e’ fondato, le primarie, per aderire alle logiche di palazzo del suo nuovo alleato e sancendo il divorzio da quel popolo, compreso quello viola’, che viene guardato con sospetto e fastidio in ogni manifestazione di partecipazione democratica. Il Pd vuole una sinistra asservita ai programmi della destra moderata e liberista o la indica come nemico esplicito

L’Idv invece da giorni chiede chiarimenti, specialmente da quando Enrico Letta li ha definiti i migliori alleati di Berlusconi

In attesa dei chiarimenti sulle alleanze che il presidente dell’Idv ha richiesto inviando una lettera aperta al segretario del Pd il nostro partito sospende momentaneamente ogni trattativa in vista delle regionali di marzo. Finché non ci sarà un chiarimento a livello nazionale dei rapporti tra i due partiti, e noi ci auguriamo che avvenga quanto prima, anche a livello locale ci asterremo da qualsiasi tavolo di confronto

In generale la situazione è sempre difficile in varie regioni: in Puglia il centrosinistra continua a rischiare di presentare 2 candidati (Boccia e Vendola), nel Lazio la candidatura Bonino da una parte è competitiva (bisogna però contare che in una regione così importante i democratici volevano un loro uomo) ma crea problemi ai cattolici del Pd, nell’Umbria c’è la questione del terzo mandato della governatrice uscente Lorenzetti, in Calabria c’è il caos primarie e in Campania si è lontani dalla scelta del nome per il post Bassolino.

Ultime notizie su Elezioni regionali

Tutto su Elezioni regionali →