Ventimiglia: Walter Allavena pestato a morte da un gruppo di cittadini romeni. Era intervenuto per difendere il figlio 20enne

Massacrato con calci e pugni per aver difeso suo figlio. E’ morto cos il 53enne Walter Allavena, residente in località Torri, a Ventimiglia, in provincia di Imperia.Il delitto è avvenuto questa notte e gli interrogatori sono ancora in corso. Stando ad una prima ricostruzione, il figlio 20enne della vittima ha avuto una discussione con un


Massacrato con calci e pugni per aver difeso suo figlio. E’ morto cos il 53enne Walter Allavena, residente in località Torri, a Ventimiglia, in provincia di Imperia.

Il delitto è avvenuto questa notte e gli interrogatori sono ancora in corso. Stando ad una prima ricostruzione, il figlio 20enne della vittima ha avuto una discussione con un gruppo di romani, probabilmente a causa di un cane.

La questione sembrava finita lì, ma quanto il giovane se ne stava tornando a casa, il gruppetto l’ha seguito fin sotto l’abitazione. Lì avrebbero nuovamente picchiato il giovane, fino a quando suo padre, sentendo le urla, è sceso in strada.

Il gruppetto, a quel punto, si è accanito sul 53enne, uccidendolo a calci e pugni.

Al momento, lo conferma Riviera24, l’esatta dinamica dell’accaduto, così come il numero delle persone coinvolte nella vicenda è ancora al vaglio degli inquirenti.

La polizia e i carabinieri stanno sentendo numerosi testimoni e persone informate dei fatti. Tra questi ci sarebbero anche alcuni cittadini romeni residenti a Torri.

A chiarire le cause del decesso – morto per i pugni o per aver sbattuto la testa cadendo a terr? – sarà l’autopsia, effettuata quanto prima.

Via | Riviera24