Vaccini inutili per l’influenza A: miliardi di euro sprecati dai governi europei. Chi ci avrà guadagnato?

Un paginone della Stampa di ieri, firmato da Marco Zatterini, segnalava un fatto piuttosto interessante riferito ai vaccini per la terribile, temibile, pandemica, influenza A. In buona sostanza i governi di Francia, Spagna, Olanda e Germania hanno fatto il pieno di vaccini ed ora si trovano con milioni di dosi (già pagate) da rivendere, magari


Un paginone della Stampa di ieri, firmato da Marco Zatterini, segnalava un fatto piuttosto interessante riferito ai vaccini per la terribile, temibile, pandemica, influenza A. In buona sostanza i governi di Francia, Spagna, Olanda e Germania hanno fatto il pieno di vaccini ed ora si trovano con milioni di dosi (già pagate) da rivendere, magari a prezzo di realizzo, a Stati africani o dell’Europa dell’est. Sembra che Madrid riuscirà a restituire i vaccini in avanzo (si è vaccinato il 22% della popolazione), Parigi ne ha ordinati 94 milioni spendendo 869 milioni di euro (solo 5 milioni di vaccini utilizzati), Berlino ha comprato 50 milioni di dosi (24 ne sono avanzate), Amsterdam si ritrova con 19 milioni di dosi (su 34) da piazzare sul mercato per recuperare qualche soldo.

L’Italia avrebbe 48 milioni di dosi del vaccino, di cui, in attesa di una mortifera pandemia, non sappiamo cosa fare. Al costo indicato da Zatterini, circa 7 euro a dose, si tratterebbe di oltre 330 milioni di euro gettati al vento, o meglio nelle tasche di chi i vaccini li ha sponsorizzati e prodotti. Ma quando un ministro decide un acquisto sbagliato per oltre 300 milioni di euro, non dovrebbe essere accompagnato sollecitamente alla porta?

Aggiornamento: il deputato Udc Luca Volonté chiede che venga istituita una commissione parlamentare di inchiesta sui vaccini per l’influenza A: “E’ bene aprire una approfondita inchiesta parlamentare sull’intera vicenda dell’influenza suina, l’allarmismo ingiustificato, l’acquisto spropositato di vaccini, i contratti ‘nascosti’ persino alla Corte dei Conti, l’uso reale e la destinazione delle enormi scorte inutilizzate. Fazio ha dimostrato troppa inadeguatezza sull’intera vicenda e, purtroppo, anche da ministro non sembra in grado di emulare i colleghi esteri più virtuosi. Un’inchiesta parlamentare, visto l’esborso inutile di denaro pubblico, é necessaria e doverosa”.