Donna uccisa e mutilata a Roma: diffuso l’identikit

Non ha ancora un nome il cadavere mutilato rinvenuto lo scorso 8 marzo alle porte di Roma, in un campo in località Falcognana, tra la Laurentina e l’Ardeatina.La Polizia scientifica, però, è riuscita a tracciare un’identikit sulla base dei riscontri autoptici.Si tratta di una donna di carnagione chiara, probabilmente europea, di età compresa tra i


Non ha ancora un nome il cadavere mutilato rinvenuto lo scorso 8 marzo alle porte di Roma, in un campo in località Falcognana, tra la Laurentina e l’Ardeatina.

La Polizia scientifica, però, è riuscita a tracciare un’identikit sulla base dei riscontri autoptici.

Si tratta di una donna di carnagione chiara, probabilmente europea, di età compresa tra i 20 e i 35 anni, con una corporatura media e alta tra 1,71 e 1,79 centimetri. Capelli biondi e lunghi, ma tinti di rosso. Era una fumatrice.






Insieme all’identikit, la Questura ha diffuso quattro foto: l’unghia della vittima, rotta e smaltata di rosso, il giubbotto nero che indossava al momento del ritrovamento, il particolare dei bottoni del gilet, e un anellino di ferro portato dalla vittima alla mano destra.

Nessuna traccia, fanno sapere gli investigatori, di DNA estraneo alla vittima. L’assassino potrebbe quindi aver usato dei guanti o preso altre precauzioni al fine di non lasciare traccia.

Mancano ancora all’appello, lo ricordiamo, le gambe, la testa e gli organi interni.

Le indagini proseguono.

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →