Giorgia Meloni: “Deputati diciottenni e senatori a 25 anni”

Per capire perché in Italia i giovani non siano un reale investimento sul futuro è sufficiente riflettere sulle dichiarazioni rilasciate da Giorgia Meloni, il cui Ministero dovrebbe occuparsi proprio per queste persone, a La Stampa.“Visto – ha dichiarato l’esponente politico – che al Senato prima dei 40 anni non si può essere eletti e quindi



Per capire perché in Italia i giovani non siano un reale investimento sul futuro è sufficiente riflettere sulle dichiarazioni rilasciate da Giorgia Meloni, il cui Ministero dovrebbe occuparsi proprio per queste persone, a La Stampa.

“Visto – ha dichiarato l’esponente politico – che al Senato prima dei 40 anni non si può essere eletti e quindi le generazioni che precedono tale compleanno dono rappresentate imperfettamente. E’ una riforma su cui c’è larga intesa. Deve esserci corrispondenza tra l’età necessaria per eleggere ed essere eletti”.

Alla richiesta, poi, della giornalista di maggiori dettagli sulla proposta Giorgia Meloni ha ipotizzato deputati diciottenni e senatori con soli sette anni in più.

Se i giovani fossero davvero importanti per il Ministro e non l’ennesima categoria da proteggere prima di ringiovanire le istituzioni, che per essere efficienti devono poter contare su persone con delle esperienze (e un teenager per quanto possa essere bravo non ha fisicamente maturato tale virtù), l’attuale amministrazione di cui lei fa parte farebbe le tanto attese riforme senza rimandare.

Perché aprire le istituzioni ai giovani, al di là della sensatezza della proposta, di fatto ritarda l’ingresso di nuova linfa nel sistema politico. Se tutto procede come ipotizzato da Giorgia Meloni saranno i figli delle persone che oggi hanno meno di trent’anni ad amministrare il patrimonio pubblico dei propri genitori.

E poi smettiamola di pensare che una determinata categoria di persona può e deve essere tutelata solo se al Governo è presente un proprio rappresentante. Barack Obama non è solo il presidente degli afroamericani. Ma di tutti i cittadini. Indipendentemente dal colore della pelle.

I Video di Blogo