Giorgio Napolitano, il discorso di fine anno su youtube

L’apertura del canale youtube del Quirinale ha un che di paradossale. Nello stesso anno, l’ennesimo, in cui il Governo decurta i finanziamenti per lo sviluppo della banda larga il Presidente della Repubblica decide di utilizzare internet per il suo consueto discorso.Ragionamento che si apre alla rete per necessità più che per investimento. Se le stesse



L’apertura del canale youtube del Quirinale ha un che di paradossale. Nello stesso anno, l’ennesimo, in cui il Governo decurta i finanziamenti per lo sviluppo della banda larga il Presidente della Repubblica decide di utilizzare internet per il suo consueto discorso.

Ragionamento che si apre alla rete per necessità più che per investimento. Se le stesse parole fossero state caricate su youtube qualche anno fa (il sito di video sharing compirà il prossimo febbraio cinque anni) avremmo potuto sostenere senza essere smentiti che il Capo dello Stato utilizza il web per avvicinarci al futuro.

Esserci oggi oltre che paradossale è quindi ridondante. Sottolinea l’arretratezza di un paese a cui fa comodo essere la Cenerentola d’Europa. È notizia di questi giorni, infatti, la decisione del Governo francese di stanziare 20 milioni di euro per la crescita dell’editoria on-line.

Quando l’Italia seguirà l’esempio della Francia? A questa domanda potrebbe rispondere su youtube Giorgio Napolitano. Per l’upload del discorso di fine anno ci pensano ormai gli utenti. Che poi sono anche cittadini.

Ultime notizie su Presidente della Repubblica

Tutto su Presidente della Repubblica →