Sondaggio : la missione di pace italiana in Afghanistan deve continuare?

Il Ministro degli Esteri Franco Frattini ha deciso di non trattare pubblicamente con i terroristi che nei giorni scorsi hanno sequestrato Sergio Cicala e la moglie Philomene Kabouree in Mauritania. “Chiunque tratta coi terroristi – ha precisato l’esponente politico a SkyTg24 – aiuta i terroristi”.Intervistato poi sulla politica estera del nostro paese in Afghanistan il



Il Ministro degli Esteri Franco Frattini ha deciso di non trattare pubblicamente con i terroristi che nei giorni scorsi hanno sequestrato Sergio Cicala e la moglie Philomene Kabouree in Mauritania.

“Chiunque tratta coi terroristi – ha precisato l’esponente politico a SkyTg24 – aiuta i terroristi”.

Intervistato poi sulla politica estera del nostro paese in Afghanistan il Ministro ha dichiarato che non sono previsti, per il momento, cambiamenti poiché l’Italia è legata ad una coalizione. Ad un progetto a cui progressivamente si stanno allontanando le super potenze che per prime l’hanno avviato.

Tralasciando, per un momento, tutte le considerazioni esteticamente carine che si fanno spesso sulla comunicazione del Presidente del Consiglio si deve, almeno sul finire dell’anno, ragionare sulla (ufficiale) missione di pace che l’Italia sta realizzando in Afghanistan dove, stando a quanto dichiarato dagli stessi sequestratori della coppia imprigionata, commettiamo come paese.

L’intervento militare del nostro paese in Medio Oriente è giusto? Proviamo a ragionare anche di questo in questi giorni di bilanci?