Svolta nel caso del delitto dell’Olgiata: nuovo sopralluogo in villa, il filippino Wiston Manuel Reves si dichiara innocente

L’arresto del filippino Wiston Manuel Reves, ne parlavamo ieri, ha segnato una svolta nel caso dell’omicidio della contessa Alberica Filo della Torre, uccisa il 10 luglio 1991 nella sua abitazione all’Olgiata, alle porte di Roma. Il motivo del delitto, ipotizzano gli inquirenti, potrebbe esser collegato ad un debito non restituito. Reves, 41 anni, si dichiara

WinstonManuel01

L’arresto del filippino Wiston Manuel Reves, ne parlavamo ieri, ha segnato una svolta nel caso dell’omicidio della contessa Alberica Filo della Torre, uccisa il 10 luglio 1991 nella sua abitazione all’Olgiata, alle porte di Roma.

Il motivo del delitto, ipotizzano gli inquirenti, potrebbe esser collegato ad un debito non restituito.

Reves, 41 anni, si dichiara innocente e, stando a quanto confermano i suoi legali, Flaminia Caldani e Andrea Guidi, si dice “sereno“.

E’ molto scosso, sorpreso, ma anche sereno perché si considera innocente. Per lui e anche per noi è stato un fulmine a ciel sereno. Ci siamo solo salutati e gli abbiamo fatto coraggio, torneremo a trovarlo tutti i giorni. Oggi incontreremo i suoi familiari.

Dopo l’arresto gli investigatori sono già tornati nella villa per un sopralluogo:

E’ stata fatta un’analisi criminologica a tutto tondo, un lavoro certosino incredibile è stato compiuto, cercando di trovare elementi utili da tutta la mole di carte che è stata passata in rassegna. Quando si rifanno le indagini da capo non si può permettere di tralasciare nulla.

Le indagini proseguono.

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →