Milano, omicidio: Ettore Vitiello, titolare Agenzia lavoro, ucciso a coltellate al Corvetto

Omicidio nella serata di ieri a Milano. Ettore Vitiello, 58 anni, titolare di un’agenzia per il lavoro, è stato ucciso con un’arma da taglio nella zona Corvetto-Morivione. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, Vitiello è stato accoltellato a morte nel proprio ufficio, in via Antonini 3. Ad aggredirlo, un uomo sulla sessantina che sarebbe stato

Omicidio nella serata di ieri a Milano. Ettore Vitiello, 58 anni, titolare di un’agenzia per il lavoro, è stato ucciso con un’arma da taglio nella zona Corvetto-Morivione. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, Vitiello è stato accoltellato a morte nel proprio ufficio, in via Antonini 3. Ad aggredirlo, un uomo sulla sessantina che sarebbe stato visto uscire dall’agenzia ancora con il coltello in mano.

Avvolto in un cappotto nero, robusto, la barba incolta, l’aggressore si è presentato nell’ufficio intorno alle 19:10. Varcata la porta si è messo a urlare e si sarebbe subito scagliato contro Vitiello che in quel momento era solo. Dopo una breve colluttazione il 58enne è stato raggiunto da 11 fendenti alla schiena che non gli hanno lasciato scampo.

“Lo stava colpendo appena lo abbiamo intravisto, continuava a colpirlo quando ci siamo precipitate giù” hanno raccontato due impiegate che lavorano in un ufficio al quarto piano, sopra l’agenzia per la formazione e il lavoro.

Le indagini sono condotte dalla polizia. Da Repubblica Milano:

Raccontano agli uomini della Omicidi di quella attività, diventata srl nel 2008 e molto avviata, accreditata presso la Regione Lombardia e il ministero del Turismo, oltre 200 progetti all’attivo, ma attiva anche – raccontano gli impiegati del palazzo – con gli stranieri nel settore delle pulizie aziendali.

Un uomo di successo, Vitiello: casa al Gratosoglio, presidente del Consorzio Ulisse per l’innovazione e la governance e del Met Consulting. E ancora, interessi nell’editoria: consigliere della cooperativa Varese Press di Busto Arsizio, soprattutto socio fondatore dal 1986 con Bobo Craxi nella cooperativa Editrice Nuova Cultura Società. Interessi, soldi, invidie, rancori. Lì cerca la polizia il movente dell’omicidio.

Via | Milano Today