Riace: agguato a Nicola Ienco. Grave l’imprenditore ferito nella Locride

Rimangono gravi le condizioni di Nicola Ienco, l’imprenditore edile 53enne ferito ieri in un agguato a Riace (Reggio Calabria). L’uomo, già noto alle forze di polizia, è stato raggiunto da alcuni colpi di fucile caricato a pallettoni mentre rientrava a casa. L’imprenditore, sposato e padre di due figli, è stato colpito da due scariche di


Rimangono gravi le condizioni di Nicola Ienco, l’imprenditore edile 53enne ferito ieri in un agguato a Riace (Reggio Calabria). L’uomo, già noto alle forze di polizia, è stato raggiunto da alcuni colpi di fucile caricato a pallettoni mentre rientrava a casa.

L’imprenditore, sposato e padre di due figli, è stato colpito da due scariche di fucile da caccia caricato a pallettoni, sparate a distanza di pochi metri. I colpi si sono conficcati tutti nella parte superiore del corpo dell’uomo. Le conseguenze sono molto pesanti, la situazione è seria. (…) Nicola Ienco, se riuscirà a salvarsi, rischia di rimanere per sempre su una sedia a rotelle.

Della pista che sarebbe più accreditata presso gli investigatori si legge su TeleReggio:

E’ quella dell’agguato di ‘ndrangheta la pista seguita dagli investigatori per cercare di fare luce sul tentato omicidio di Nicola Ienco (…). L’episodio, secondo gli investigatori, non dovrebbe rientrare nella “faida dei boschi” che da qualche anno sta insanguinando la zona ionica a cavallo tra le province di Catanzaro, Reggio e Vibo Valentia. Ienco, già noto alle forze dell’ordine, non risulta però organico alle cosche della zona. Nel 1994 l’imprenditore è stato coinvolto nell’inchiesta “Stilaro” condotta dall’allora pm di Locri Nicola Gratteri che smantellò la cosca Ruga-Metastasio egemone nella vallata omonima. Pur essendo destinatario di un provvedimento, Ienco, in quella occasione, non subì alcuna condanna.


Update
Nicola Ienco non ce l’ha fatta. L’imprenditore edile è morto nella giornata di venerdì 1° aprile a causa della gravi ferite riportate nell’agguato. Le condizioni dell’uomo erano parse fin da subito disperate.

Via | Il Quotidiano della Calabria

Ultime notizie su Ndrangheta

Tutto su Ndrangheta →