Terni: uccide la compagna a colpi di fucile. In manette Giuliano Marchetti

Ha ucciso la compagna, madre dei suoi due figli, con un colpo di fucile da caccia, poi ha chiamato le autorità e si è costituito. E’ successo ieri a Terni, a pochi passi dal centro della città: tra Giuliano Marchetti, 43enne impiegato in un grande magazzino, e Marianna Vecchione, cameriera di 35 anni, i rapporti


Ha ucciso la compagna, madre dei suoi due figli, con un colpo di fucile da caccia, poi ha chiamato le autorità e si è costituito.

E’ successo ieri a Terni, a pochi passi dal centro della città: tra Giuliano Marchetti, 43enne impiegato in un grande magazzino, e Marianna Vecchione, cameriera di 35 anni, i rapporti si erano ormai deteriorati.

Lei, stando a quanto confessato dallo stesso Marchetti, voleva lasciarlo e mandarlo via da casa, di cui era proprietaria. Ieri, verso l’ora di pranzo, l’ennesima discussione,

Marchetti, a quel punto, non ci ha visto più: ha preso il suo fucile da caccia, regolarmente detenuto, ed ha esploso tre colpi. Uno di questi ha raggiunto la donna al cuore, uccidendola.

Il tutto è avvenuto davanti alla figlia di 7 anni della coppia, che stava pranzando insieme ai genitori. L’altro figlio, di 3 anni, stava dormendo in un’altra stanza.

Giuliano Marchetti, poco dopo il delitto, ha abbandonato l’abitazione e si è presentato in questura per confessare il delitto.

Ora si trova in carcere con l’accusa di omicidio volontario.

Via | Umbria24