Cosa Nostra: Bernardo Provenzano viene trasferito nel carcere di Parma

Bernardo Provenzano sta male, ne abbiamo parlato in passato. Il capo di Cosa Nostra, arrestato nell’aprile del 2006 dopo ben 43 anni di latitanza, è affetto da ‘sindrome parkinsoniana‘ e, mesi fa, è stato colpito da un’ischemia. A questo si aggiunge il tumore retrovescicale riscontrato dal dottor Oscar Alabiso, primario di Oncologia dell’azienda ospedaliera Maggiore


Bernardo Provenzano sta male, ne abbiamo parlato in passato. Il capo di Cosa Nostra, arrestato nell’aprile del 2006 dopo ben 43 anni di latitanza, è affetto da ‘sindrome parkinsoniana‘ e, mesi fa, è stato colpito da un’ischemia.

A questo si aggiunge il tumore retrovescicale riscontrato dal dottor Oscar Alabiso, primario di Oncologia dell’azienda ospedaliera Maggiore della Carità di Novara, che nel febbraio scorso aveva ricevuto l’incarico di effettuare questo approfondimento dalla Corte d’appello di Palermo.

L’oncologo, nella sua perizia, ha decretato la necessità di ricorrere a cure in una struttura adeguata e la corte d’appello di Palermo ha quindi disposto il suo trasferimento.

Oggi il boss ha lasciato il carcere di Novara ed è stato trasferito in quello di Parma. Lì potrà essere seguito dal vicino istituto di oncologia, che potrà così monitorare la sua salute.

Via | Parma Oggi

Ultime notizie su Mafia

Tutto su Mafia →