Astri e particelle. Le parole dell’Universo al Palazzo delle Esposizioni di Roma

Fare un Viaggio nell’Universo, tra “enormi giardini di galassie, violente esplosioni di stelle che rischiarano il buio cosmico, particelle che attraversano per milioni di anni gli spazi siderali e buchi neri che risucchiano la materia intorno a loro”…Oltre ad essere un’avventura ambita e desiderabile, ora è anche possibile, grazie agli effetti speciali a due e

di cuttv


Fare un Viaggio nell’Universo, tra “enormi giardini di galassie, violente esplosioni di stelle che rischiarano il buio cosmico, particelle che attraversano per milioni di anni gli spazi siderali e buchi neri che risucchiano la materia intorno a loro”

Oltre ad essere un’avventura ambita e desiderabile, ora è anche possibile, grazie agli effetti speciali a due e tre dimensioni della mostra “Astri e particelle. Le parole dell’Universo”, ospitata dal Palazzo delle Esposizioni, fino al 14 febbraio.

Si può entrare in una «Doccia cosmica» per vedere le particelle a bassa energia che ogni secondo attraversano numerosissime il nostro corpo, si può fare un salto nei fondali marini, a 3.000 metri di profondità, per vedere in azione il telescopio Nemo che va a caccia degli inafferrabili neutrini, si può toccare l’invisibile con mano.

Astri e particelle. Le parole dell’Universo
Galassia 2 Old Star Pioggia Cosmica Prototipo Borexino

In questa grande mostra che racconta la scienza, gli uomini e i grandi esperimenti che oggi studiano l’Universo, trovate telescopi e rivelatori di radiazione cosmica, ospitati negli ambienti più estremi del pianeta per decifrare e interpretare le parole dell’Universo, strumenti che Galileo, al quale è dedicato l’Anno Internazionale dell’Astronomia, non poteva neanche immaginare quattro secoli fa, quando puntava per la prima volta verso il cielo il suo cannocchiale e cambiava per sempre il nostro modo di osservare l’Universo.

A cura dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn), Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), con la direzione scientifica di Roberto Battiston, la mostra è un viaggio attraverso gli eventi più misteriosi dell’universo.

Il ricco programma è arricchito da citazioni letterarie e abbecedario dell’Universo, installazioni interattive, proiezioni di filmati e video, descrizioni e riproduzioni di esperimenti, laboratori didattici di approfondimento e incontri con astronauti come Umberto Guidoni, Paolo Nespoli, Luca Parmitano e Samantha Cristoforetti, resi ancora più coinvolgenti dalla proiezione in 3D di un viaggio virtuale sulla Stazione Spaziale Internazionale e di eccezionali immagini stereoscopiche prese durante alcune recenti missioni.

Il costo del biglietto è ammortizzato da un’esperienza avvolgente e coinvolgente davvero illuminante oltre che suggestiva, e al solito dal fatto che si estende a tutte le mostre in programmazione al Palazzo delle Esposizioni.

Star Galassia Telescopio-spaziale-Hubble Astri e particelle