Milano: uccide a coltellate il convivente, lo veglia per tutta la notte e si costituisce

Ha massacrato il convivente a coltellate, poi ne ha vegliato il cadavere per tutta la notte, parlandogli come se fosse ancora vivo. Alla fine ha chiamato i carabinieri e si è fatto arrestare. L’assassino è un 41enne italiano residente in piazza Monte Falterona 3 a Milano. La vittima è un marocchino di 37 anni, regolarmente


Ha massacrato il convivente a coltellate, poi ne ha vegliato il cadavere per tutta la notte, parlandogli come se fosse ancora vivo. Alla fine ha chiamato i carabinieri e si è fatto arrestare.

L’assassino è un 41enne italiano residente in piazza Monte Falterona 3 a Milano. La vittima è un marocchino di 37 anni, regolarmente residente in Italia e con precedenti per droga, furto e rapina.

L’omicidio risale a venerdì notte, ma le autorità sono state allertato solo ieri pomeriggio. Si legge su MilanoToday:

Una scena agghiacciante. Così, secondo le prime testimonianze, i carabinieri della compagnia Porta Magenta hanno descritto la casa di piazza Monte Falterona in zona San Siro dove è stato trovato ucciso un marocchino di 37 anni: brandelli di carne ovunque, un piede quasi staccato dal corpo, pezzi di dita, un braccio disarticolato.


L’assassino, all’arrivo delle autorità, ha confessato tutto e si è consegnato ai militari senza opporre resistenza.

Entrambi, rivelano gli investigatori, avevano precedenti per spaccio di droga e forse è proprio in questo ambito che va ricercato il movente del delitto.

Non si esclude, però, quello passionale: pare, infatti, che tra i due ci fosse qualcosa in più di una semplice amicizia.