Sarah Scazzi: Cosimo Cosma e Carmine Misseri tornano in libertà, ma continuano ad essere indagati

E’ arrivata ieri sera, poco prima delle 21, la decisione del Tribunale del riesame di Taranto sul ricorso presentato dai legali difensori di Cosimo Cosma e Carmine Misseri, arrestati il 23 febbraio scorso con l’accusa di aver aiutato il parente Michele Misseri a liberarsi del corpo della nipote Sarah Scazzi, uccisa il 26 agosto ad


E’ arrivata ieri sera, poco prima delle 21, la decisione del Tribunale del riesame di Taranto sul ricorso presentato dai legali difensori di Cosimo Cosma e Carmine Misseri, arrestati il 23 febbraio scorso con l’accusa di aver aiutato il parente Michele Misseri a liberarsi del corpo della nipote Sarah Scazzi, uccisa il 26 agosto ad Avetrana.

La richiesta di scarcerazione è stata accolta: i due tornano liberi, ma continuano ad essere indagati per oncorso in soppressione di cadavere.

Le motivazioni di questo provvedimento saranno rese note nel corso dei prossimi giorni.

Nel frattempo si è appreso che Cosima Serrano, moglie di Michele Misseri, ha sporto querela nei confronti della madre e della cognata di Cosimo Cosma, che in un’intervista mandata in onda durante la puntata di martedì di Porta A Porta si erano lasciate sfuggire una pesante accusa:

Perchè non arrestano a Cosima Serrano?…che sa tutto. E perchè non è indagata? E’ lei l’autrice di tutto, lei sa tutto. Sa tutto Cosima, non è che è innocente, lei sa tutto.

Via | La Gazzetta Del Mezzogiorno

I Video di Blogo

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →