Viterbo: 40enne uccide la moglie e il figlio di 4 anni, poi si suicida

Tragedia in famiglia nel Viterbese, nel piccolo comune di Acquapendente, poco dopo le 7.40 di questa mattina. Un 40enne, titolare di un bar, ha ucciso la moglie e il figlio di quattro anni con un’arma da taglio, poi si è tolto la vita tagliandosi le vene. A dare l’allarme è stato il cognato dell’uomo, preoccupato


Tragedia in famiglia nel Viterbese, nel piccolo comune di Acquapendente, poco dopo le 7.40 di questa mattina.

Un 40enne, titolare di un bar, ha ucciso la moglie e il figlio di quattro anni con un’arma da taglio, poi si è tolto la vita tagliandosi le vene.

A dare l’allarme è stato il cognato dell’uomo, preoccupato dal fatto che il 40enne non si era presentato a lavoro. Dopo aver cercato di contattarlo telefonicamente e dopo aver suonato più volte al citofono, il cognato ha sfondato una finestra e fatto la macabra scoperta.

Sul posto sono subito intervenuti i Carabinieri della compagnia di Montefiascone, che stanno effettuando i rilievi del caso.