Processo a don Ruggero Conti: l’ex parroco condannato a 15 anni e 4 mesi di carcere

Si è concluso ieri a Roma il processo che ha visto imputato l’ex parroco di Selva Candida, don Ruggero Conti, accusato di abusi sessuali ai danni di 7 ragazzi che frequentavano la sua parrocchia. Quindici anni e 4 mesi di carcere, rispetto ai 18 anni chiesti dal pm Francesco Scavo. Conti dovrà inoltre risarcire le


Si è concluso ieri a Roma il processo che ha visto imputato l’ex parroco di Selva Candida, don Ruggero Conti, accusato di abusi sessuali ai danni di 7 ragazzi che frequentavano la sua parrocchia.

Quindici anni e 4 mesi di carcere, rispetto ai 18 anni chiesti dal pm Francesco Scavo. Conti dovrà inoltre risarcire le giovani vittime con una provvisionale di 200 mila euro.

Soddisfazione da parte dell’associazione La Caramella Buona, espressa dal portavoce Roberto Mirabile:

Possiamo definirla una pena esemplare anche se per un pedofilo seriale di questo genere, con l’aggravante della veste sacra che fino ad oggi ha indossato, non credo possa esistere, giuridicamente parlando, una pena valida. Sicuramente possiamo ritenerci soddisfatti del lavoro degli inquirenti, degli avvocati tutti dell’accusa e della decisione del tribunale: i ragazzi hanno sempre detto la verità ed oggi finalmente è ufficiale.


Le motivazioni della sentenza saranno rese note entro 90 giorni. Nel frattempo il legale di parte civile, Fabrizio Gallo, ha annunciato che chiederà un risarcimento alla Curia:

Il processo ha dimostrato che i fatti sono veri e che quindi le vite di molte persone sono irrimediabilmente distrutte. Mi auguro che la Chiesa prenda una soluzione e tenda a risarcire le parti offese che sono state abbandonate, nessuna ha teso una mano per chiedere scusa o aiutarli. Chiederò alla Curia un risarcimento che garantisca alle vittime una giusta ricompensa alla luce di quanto hanno dovuto subire in una vicenda che li segnerà per tutta la vita.

Via | RaiNews24

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →