Daniel Busetti: trovato morto in un torrente, era fuggito dopo un incidente

Si è conclusa nel peggiore dei modi la vicenda di Daniel Busetti, il 20enne scomparso dieci giorni fa a Martinengo, in provincia di Bergamo, dopo esser rimasto coinvolto in un incidente stradale. Il suo corpo è stato ritrovato oggi nel torrente Chiusella da un pescatore. Le autorità, subito giunte sul posto, hanno identificato il giovane,


Si è conclusa nel peggiore dei modi la vicenda di Daniel Busetti, il 20enne scomparso dieci giorni fa a Martinengo, in provincia di Bergamo, dopo esser rimasto coinvolto in un incidente stradale.

Il suo corpo è stato ritrovato oggi nel torrente Chiusella da un pescatore. Le autorità, subito giunte sul posto, hanno identificato il giovane, che era stato visto per l’ultima volta una settimana fa.

Daniel, ne abbiamo parlato nei giorni scorsi, sabato 19 febbraio, poco dopo le 21, aveva provocato un incidente stradale, schiantandosi con la sua auto contro una Saab.

Lui ne era uscito illeso, ma vedere gli amici feriti – nessuno in modo grave – l’aveva mandato nel panico e spinto a fuggire.

Di lui nessuna notizia fino a lunedì 21 febbraio, quando si reca al pronto soccorso di Ivrea per farsi medicare alcune ferite non gravi. Si legge su L’Eco Di Bergamo:

Dopo le cure fugge di nuovo. Alla sera viene visto nei pressi della comunità Damanhur di Baldissero Canavese, ma si rimette a scappare. Le ricerche delle forze dell’ordine, di volontari e amici proseguono nei boschi del Canavese, sempre più a vasto raggio. Martedì 22 febbraio viene visto da un equipaggio della Croce Rossa di Castellamonte, a cui sfugge per pohe decine di metri. I volontari poco dopo ritrovano il giubbotto e gli scarponcini di Daniel nel greto di un torrente. La zona è tappezzata di manifesti, appelli, fotografie: «Daniel torna a casa». Ma lui è sempre in fuga.

Poi nessun altro avvistamento. Inutili gli appelli della famiglia del giovane e i numerosi cartelli affissi in tutta la zona.