Padova, aggressione omofoba in centro: caccia ai 6 aggressori

Aggressione omofoba in pieno centro a Padova. A denunciare l’accaduto sono state le tre vittime. La caccia al gruppetto di 6 aggressori è ancora in corso.

Negli stessi mesi in cui la destra italiana continua a sostenere che non sia necessaria una legge contro l’omofobia, la cronaca italiana continua a dimostrare l’esatto contrario. L’ultimo grave episodio arriva da Padova, dove una coppia di ragazzi è stata insultata e aggredita per essersi scambiata un bacio ed aver passeggiato mano nella mano in città.

L’aggressione risale alla notte tra il 18 e il 19 settembre ed ha visto coinvolta anche una terza persona, un amico della coppia di ragazzi intervenuto in loro difesa. A denunciare l’accaduto è stato proprio uno dei giovani protagonisti:

Questa è stata la sgradevole constatazione che siamo stati costretti a fare dopo un episodio aberrante, accaduto la notte tra il 18 e il 19 settembre proprio per le vie del centro. Un attacco omofobo, partito da insulti e frasi di scherno per un bacio che ci siamo scambiati mentre passeggiavamo vicino a piazza delle Erbe. E per quel bacio noi e alcuni nostri amici siamo stati insultati, gettati a terra, presi a calci e pugni, ad un amico che si era messo in mezzo per difenderci è stato spaccato un bicchiere in testa, costringendolo a farsi soccorrere dell’ambulanza con il risultato di 5 punti di sutura.
Le frasi violente e piene di odio che sono state gridate dagli assalitori avevano un chiaro messaggio omofobo nei nostri confronti, e sono sintomo di ignoranza e odio verso il diverso.
Dopo tutti gli episodi violenti e di discriminazione che sono avvenuti in questi mesi riconosciamo che anche quello che è successo a noi si inserisce in un contesto che siamo stufi di dover subire. Non ci stiamo più!

A compiere l’aggressione un gruppetto di 6 persone, quattro ragazzi e due ragazze, che saranno presto identificati grazie al repentino intervento dei vigili urbani e dei carabinieri, che hanno visionato le telecamere installate nell’area e raccolto la denuncia dei tre giovani.

CONDIVIDERE PER FAVORE!

Padova non è immune a omofobia e fascismo. Questa è stata la sgradevole constatazione che siamo…

Posted by Mattias Zouta on Saturday, September 19, 2020