Salerno: 31enne scomparsa a luglio uccisa e gettata in un pozzo

I carabinieri avrebbero le idee chiare sul presunto omicida

È stato ritrovato in un pozzo nelle campagne tra Poggiomarino (Napoli) e San Valentino Torio (Salerno) il cadavere di Luana Rainone, la 31enne che era scomparsa lo scorso 23 luglio.

Sul corpo, che era avvolto in una coperta, i carabinieri di Nocera Inferiore hanno notato diversi segni riconducibili a un’arma bianca. La donna, residente a San Valentino Torio ma originaria di Sarno, sempre nel salernitano, quel giorno dopo essere uscita di casa era come svanita nel nulla.

Luana Rainone, madre di una bambina piccola, sarebbe stata uccisa e quindi gettata in quel pozzo dove alle prime luci del giorno è stata rinvenuta cadavere. La scomparsa era stata denunciata dal marito.

Gli investigatori che da allora si stavano occupando del caso, con il ritrovamento del corpo, sarebbero pronti ad arrestare il presunto autore del femminicidio, la persona su cui si sono concentrati in oltre quaranta giorni di indagini i loro sospetti.

I Video di Blogo

Gli ultimi minuti di vita di George Floyd