No Berlusconi Day: Veltroni contro l’esitazione del Pd

Il No Berlusconi Day si avvicina e continuano ad esserci polemiche sulla mancata adesione del Pd alla manifestazione e sull’utilità della piazza contro Berlusconi. Tocca all’ex segretario del Pd Walter Veltroni intervenire nella discussione e attaccare l’attuale dirigenza dei democraticiPiù gente va, meglio è. Non sono d’accordo con la Turco che dice che esserci vuol


Il No Berlusconi Day si avvicina e continuano ad esserci polemiche sulla mancata adesione del Pd alla manifestazione e sull’utilità della piazza contro Berlusconi. Tocca all’ex segretario del Pd Walter Veltroni intervenire nella discussione e attaccare l’attuale dirigenza dei democratici

Più gente va, meglio è. Non sono d’accordo con la Turco che dice che esserci vuol dire fare il gioco del premier. Come se la piazza fosse un regalo a Berlusconi. E certe esitazioni mi paiono davvero incomprensibili

Pare quindi evidente che la minoranza del partito non sia d’accordo con la decisione dei big di non aderire come partito e di lasciare questa manifestazione principalmente a Di Pietro e soci. E nonostante le promesse che i litigi interni non sarebbero più stati all’ordine del giorno nel Pd tutto sembra tornato come prima.

Veltroni continua il suo ragionamento, in aperto contrasto con la linea di Pierluigi Bersani

Non ci saranno le bandiere, non ci sono i partiti a promuoverla, non parleranno i politici dal palco. È la società civile che si muove, i movimenti. E se lo fanno per denunciare la gravissima situazione democratica che stiamo vivendo, se lo fanno per promuovere e sostenere un radicale cambiamento di questa situazione, vanno appoggiati.

L’unico rischio è riproporre i toni esagerati, tanto cari ad Antonio Di Pietro

La piazza la capisco a condizione che non si trasformi in un bis di piazza Navona. Non devono ripetersi i toni, le parole e il clima di quel giorno

L’esito e i contenuti di questa giornata saranno molto importanti per la dirigenza del Pd, continuamente sballottata tra l’inseguire il giustizialismo esasperato dell’Idv e quello di porsi come forza riformista che non urla e non si ciba solo di antiberlusconismo.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →