Caronia, individuate una maglietta e dei resti ossei: “Al 99% si tratta di Gioele”

Questa mattina delle tracce riconducibili al piccolo Gioele sono state rinvenute a poche decine di metri dal luogo in cui era stato scoperto il corpo della madre, Viviana Parisi.

Le ricerche del piccolo Gioele potrebbero esser giunte al tragico epilogo. Questa mattina, dopo la segnalazione di un volontario impegnato nelle ricerche, delle tracce riconducibili al bimbo di 4 anni scomparso lo scorso 3 agosto insieme alla madre Viviana Parisi, sono state rinvenute a circa 200 metri dal punto dell’autostrada in cui l’auto su cui viaggiavano i due aveva avuto un piccolo incidente.

Le prime informazioni in arrivo da Caronia parlano di una maglietta e di resti ossei che, secondo gli esperti impegnati nelle ricerche, sarebbero riconducibili ad un bambino. Tutte le persone impegnate nelle ricerche si sono radunate sul posto e lì è giunto anche il procuratore di Patti, Angelo Vittorio Cavallo, insieme alla polizia scientifica.

I resti sarebbero stati rinvenuti in un’area coperta da rovi e arbusti. A segnalare la presenza dei resti è stato un carabiniere in congedo che stava partecipando come volontario alle ricerche del piccolo Gioele. Sul posto, in attesa di conferme da parte delle autorità, ci sono anche il papà del bimbo, Daniele Mondello, e la sorella Mariella Mondello, zia del piccolo.

I Video di Blogo.it