Sarah Scazzi: oggi interrogatorio per Carmine Misseri e Cosimo Cosma. Si cerca di chiarire il ruolo di Cosima Serrano

L’arresto di Carmine Misseri e Cosimo Cosma, rispettivamente fratello e nipote dell’uomo in carcere per l’omicidio della nipote Sarah Scazzi, ha dato nuova linfa alle indagini sul delitto di Avetrana. I due, ne abbiamo parlato ieri, sono finiti in manette con l’accusa di soppressione di cadavere. Secondo gli inquirente avrebbero aiutato Michele Misseri a liberarsi


L’arresto di Carmine Misseri e Cosimo Cosma, rispettivamente fratello e nipote dell’uomo in carcere per l’omicidio della nipote Sarah Scazzi, ha dato nuova linfa alle indagini sul delitto di Avetrana.

I due, ne abbiamo parlato ieri, sono finiti in manette con l’accusa di soppressione di cadavere. Secondo gli inquirente avrebbero aiutato Michele Misseri a liberarsi del corpo di Sarah, gettandolo nel pozzo in contrada Mosca.

Questa mattina Carmine e Cosimo compariranno davanti al giudice delle indagini preliminari per l’interrogatorio di garanzia e non è escluso che i due forniscano nuovi dettagli sulla vicenda.

Quello che gli inquirenti sperano di chiarire, lo confermano nell’ordinanza di arresto per i due uomini, è la posizione di Cosima Serrano, moglie di Michele Misseri, presente in casa mentre Sarah veniva uccisa.

Lei si è sempre dichiarata estranea ai fatti, sostenendo di non essersi accorta di nulla:

Io ho sempre detto la verità, quel giorno ero in casa ma non mi sono accorta di niente, altrimenti mai avrei potuto assistere per tanti giorni alle ricerche della povera Sarah. Io avevo speranza. Ora mi trovo con una nipote che non c’è più e mia figlia, innocente, in carcere.

Difficile, però, che non abbia sentito nulla. Lo ha sostenuto pochi giorni fa l’avvocato Walter Biscotti, legale della famiglia Scazzi, presente all’ultimo sopralluogo effettuato in casa Misseri pochi giorni fa:

Facendo questo sopralluogo abbiamo fatto anche le prove dei suoni e abbiamo capito che da qualunque camera della casa dei Misseri si sarebbero potuti sentire i rumori prodotti da un litigio tra due persone. Addirittura, io che stavo sotto in garage, sentivo perfettamente i miei colleghi che facevano queste prove.

Cosima è stata definita dagli inquirenti “reticente e contraddittoria in sede di sommarie informazioni” e nell’ordinanza di arresto per Carmine e Cosimo si fa un chiaro riferimento alla donna:

Occorre chiarire con precisione chirurgica le modalità del fatto criminoso e soprattutto il ruolo avuto da Cosima Serrano presente al momento del fatto in casa.

I Video di Blogo

Gli ultimi minuti di vita di George Floyd

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →