Agrigento: Scala dei Turchi piena nonostante il sequestro

La scogliera di marna bianca Scala dei Turchi è stata sequestrata a febbraio per pericolo crolli, ma agrigentini e turisti continuano ad ignorare i cartelli

Abitanti della zona e turisti continuano ad affollare la Scala dei Turchi nonostante i divieti. La scogliera di marna bianca agrigentina è stata posta sotto sequestro dalla Procura locale lo scorso 27 febbraio, ma i cartelli e i divieti continuano ad essere ignorati. Tanto lavoro per carabinieri e guardia costiera, che soprattutto nel weekend sono stati costretti ad allontanare agrigentini e turisti che dopo aver ignorato gli avvisi multilingue, avevano piazzato ombrelloni e asciugamani.

In campo anche l’associazione ambientalista “Mareamico”, che denuncia come la Scala dei Turchi non sia presa d’assalto solo dai turisti, ma anche dagli abitanti della zona a caccia di tintarella e selfie suggestivi. Dall’inizio dell’estate sono già oltre 100 le persone denunciate alla Procura per violazione di sigilli. Il Procuratore Luigi Patronaggio aveva firmato a febbraio il sequestro della zona per il pericolo crolli dovuto ai costoni rocciosi instabili. Appelli e denunce, a quanto pare, continuano ad essere ignorati.

I Video di Blogo