Gorizia, 12enne muore dopo una caduta di 30 metri in un pozzo

La tragedia durante una caccia al tesoro organizzata dal centro estivo che il giovane stava frequentando.

Tragedia questa mattina a Gorizia, dove un bimbo di 12 anni è deceduto dopo una caduta di 30 metri in un pozzo artificiale situato all’interno del parco Coronini Cromberg.

Il bimbo aveva raggiunto il parco insieme al centro estivo che stava frequentando, gestito dai salesiani. La tragedia è avvenuta mentre era in corso una caccia al tesoro. L’esatta dinamica è ancora da verificare, ma il presidente della fondazione che gestisce il parco, il sindaco di Gorizia Rodolfo Ziberna, ha riferito che il pozzo aveva una copertura fissata in maniera stabile ed era stato oggetto di controlli di recente:

Nessuno riesce a darsi una spiegazione. Erano state fatte tutte le verifiche rispetto alle misura di sicurezza adottate. Il coperchio del pozzo era ancorato con quattro giunti su ognuno dei lati. Da quanto mi hanno riferito, gli animatori del centro estivo avevano posizionato sopra la mappa della caccia al tesoro, usandolo come appoggio. […] Il piccolo è figlio di una coppia molto nota in città: nei prossimi minuti mi recherò personalmente a casa loro per far sentire la vicinanza della comunità.

I vigili del fuoco sono entrati in azione tempestivamente, ma fin da subito il bimbo non ha risposto alle sollecitazioni dei soccorritori che, una volta raggiunto il fondo del pozzo, non hanno potuto far altro che constatare il decesso del 12enne e riportare in superficie il corpo senza vita.

I Video di Blogo

Gli ultimi minuti di vita di George Floyd