Milano: arrestato 30enne italiano che faceva propaganda per l’Isis

“Grazie Allah per il coronavirus”: un italiano radicalizzato è stato arrestato per istigazione a delinquere aggravata dallʼuso del mezzo telematico

Nicola Ferrara, un 30enne italiano radicalizzato è stato arrestato a Milano per aver diffuso tramite i social network messaggi propagandistici a favore dell’Isis. In contatto attraverso la Rete con altri estremisti dal 2015, l’uomo cercava di fare proseliti in favore dello Stato Islamico attaccando gli “infedeli”: ora l’accusa nei suoi confronti è di istigazione a delinquere aggravata dall’uso del mezzo telematico.

Il 30enne, originario di Bari ma residente a Milano, per cinque anni avrebbe diffuso audio e video di matrice terroristica sfruttando principalmente Facebook e il profilo Issa Ferrara, oppure Soundcloud. Nel repertorio non mancano immagini di Bin Laden, di Al Bagdadi, degli attentati alle Torri Gemelle e di vari foreign fighters, anche donne. E non è tutto, perché in un’intercettazione del 27 marzo 2020, Ferrara parlava del coronavirus come “una cosa di Allah, una cosa positiva” perché “la gente sta impazzendo”.

Tra le frequentazioni di Ferrara, secondo gli inquirenti, ci sarebbe l’associazione culturale Al Nur di Milano, di orientamento sunnita.

I Video di Blogo