Brescia: investe e uccide una bambina, poi si costituisce

Investita anche la madre. Caccia a un suv grigio

Aggiornamento – L’uomo che ieri sera ha investito e ucciso una bambina di nove anni di origini indiane mentre attraversava la strada con la madre 32enne a Bagnolo Mella (Brescia) si è costituito in Procura davanti al sostituto procuratore Maria Cristina Bonomo che si sta occupando dell’inchiesta. Questa mattina il padre della bimba aveva fatto un appello affinché il pirata della strada si costituisse e l’appello è stato accolto, probabilmente l’uomo ha ascoltato i consigli di un legale. Ieri sera, invece, era scappato subito dopo l’incidente.

Pirata della strada investe e uccide una bimba

Una bambina di 9 anni è stata investita e uccisa nel bresciano da un pirata della strada. La tragedia è avvenuta a Bagnolo Mella ieri sera. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, mentre la bambina stava attraversando la strada sulle strisce pedonali insieme alla madre un’auto le è piombata addosso.

Soccorsa e trasportata in ospedale in codice rosso, la piccola non ce l’ha fatta, troppo gravi le ferite riportate. Chi l’ha investita è fuggito e ora è ricercato dalle autorità per le ipotesi di reato di omicidio stradale e omissione di soccorso.

Anche la madre della bambina è stata travolta dall’auto ed è stata ricoverata in gravi condizioni con delle fratture al bacino e alle gambe. Illesi il marito e gli altri due figli. Sul luogo dell’incidente è giunta la polizia stradale di Brescia che ha avviato le indagini.

Le ricerche si starebbero concentrando su un’auto grigia, pare un Suv. Si spera che un aiuto agli investigatori possa arrivare da telecamere di sorveglianza attive nella zona dell’incidente.